Home > News > Caffè Haiti Roma con Fairtrade per la più grande pausa caffè del mondo

Caffè Haiti Roma con Fairtrade per la più grande pausa caffè del mondo


     Caffè Haiti Roma non solo è sempre attenta a proporre un caffè di qualità, ma è anche molto sensibile a tutti gli aspetti che stanno dietro alla sua realizzazione. Le certificazioni per il Biologico e per l'Equosolidale confermano il percorso virtuoso di una torrefazione che, sin dalla sua nascita, ha sempre perseguito l'obiettivo di proporre un caffè che fosse la naturale conseguenza di un processo produttivo artigianale ed eticamente corretto. Questo impegno si rinnova di anno in anno anche con la sua presenza al fianco delle principali istituzioni e organizzazioni per la salvaguardia dell'eticità nel commercio.

 

E' quindi con molto orgoglio che Caffè Haiti Roma annuncia che prenderà parte attivamente alla prossima Campagna Fairtrade del 13, 14 e 15 Maggio. La Grande Sfida Fairtrade, o World Fairtrade Challenge, è una occasione per supportare i produttori nella loro lotta ai cambiamenti climatici, e per mandare un messaggio chiaro ai governi e alle istituzioni: più alto sarà il totale di caffè bevuti nei tre giorni, e più forte sarà il messaggio di sostegno.

 

In sostanza l'obiettivo è di raggiungere il record di caffè Fairtrade bevuti in tre giorni, attraverso la registrazione sull'apposito sito web www.fairtradechallenge.org, dove ci sarà un contatore ed una sezione per creare delle vere e proprie sfide all'ultima tazzina di caffè. La Campagna prevede inoltre quattro eventi al livello nazionale in locali selezionati da Fairtrade con attività di animazione. Chiunque può partecipare alla Grande Sfida, sia i privati che gli operatori; questi ultimi accreditandosi potranno anche richiedere l'invio del materiale per pubblicizzare l'evento all'interno dei loro locali.

 

Per Caffè Haiti Roma è un grande piacere mettere il neopremiato Biocaffè Miscela Superiore, Medaglia d'Oro all'International Coffee Tasting Asia 2015, al servizio di questa importante causa.

 

(11/04/2016)

Condividi: